Il linguaggio metaforico della matematica.

Il linguaggio metaforico della matematica.


La Matematica non mi è mai piaciuta. Mi sono sempre opposta al suo linguaggio. I suoi numeri formano un codice che, quasi volutamente, non ho mai voluto interiorizzare.

Un po’ non ho voluto (confesso di non averla mai studiata), un po’ non ho potuto (confesso di non averla mai capita).

Questo discorso vale per tutto – espressioni, problemi, iperboli, funzioni – ma non per le proporzioni matematiche. Quelle le ho sempre capite.

Ve lo dimostro spiegandole (dice il saggio: “sai veramente una cosa se sei in grado di spiegarla a qualcuno. Meglio se a tua nonna”):

200 : 2000 =  150 : x

Il rapporto tra 2000 e 150 aiuta a capire  e a definire il rapporto tra 2000 e x.

Trasformiamo i numeri in parole:

Il professore è subdolo come un serpente

 

Il professore

è subdolo

come

un serpente

2000

200

X

150

“X” – definendosi – definisce quanto è subdolo il Professore.

Per capire il professore mi appoggio al serpente. Se capisco quanto è subdolo il serpente, capisco pure quanto lo è il professore!

Ecco svelato l’arcano! La proporzione matematica è una metafora!

Ecco perché mi è simpatica.

A ognuno il suo linguaggio ragazzi, a ognuno il suo…