Breve storia della principessa FORTUNA E di Mister LIBERTà

Breve storia della principessa FORTUNA E di Mister LIBERTà


C’era una volta una principessa
bella, di garbo ed anche poetessa.
ella viveva in un bel reame,
nel quale regnava con bontà sublime.

Di quel suo bel regno
un dì incontrò un giovane.
correva veloce, non aveva mai pace.
questo perché lui era un po’ matto
compreso da pochi, per molti un genietto.

Lei lo aveva capito, Lui era diverso
lui era di vanto, a volte un po’ perso.
lui era un po’ folle, dai modi scontrosi
ma quando rideva, era il più dei gioiosi!

Ribelli i suoi modi, confuse le idee
a volte scontroso ma anche bramoso
lei certo era bella e lui lo sapeva
baciarla voleva ma poi già fuggiva.

Di questo ben presto si fece ragione
Lui non era per Lei, non conosceva il suo nome.
e come l’epilogo di tutte le storie:
ognuno per la sua strada
ad ognuno le sue memorie.

Lui era Libertà, Lei era Fortuna
una storia già nata senza il sì della luna
mentre il sole rideva perché non capiva
come mai la principessa lo baciasse lasciva.

Una sera per giubilo uscirono insieme
lui prese una coppa e gliela porse tra le rime,
nelle strade di Roma fermò una scolaresca
per farla passare nella maniera più principesca.

Il commiato fu veloce
lo sguardo fugace
un bacio alla mano da suddito fece
lei sorrise di averlo incontrato nel regno:

nulla era per caso, tutto faceva parte di un disegno!