Woman carrying shopping bags

Il linguaggio dei saldi!


Inutile nascondersi, siamo anche (e molto) quelle che impazziscono per lo shopping con i saldi.

In basso le nostre frasi dello shopping con i saldi:

prenditelo, ‘te lo ritrovi’…

Trattasi di frase divinatoria pregna di grandissime rivelazioni. Verrà rievocata anche durante la vita dell’oggetto comprato con declinazioni al passato o altre formule: ‘te l’ho detto che te lo saresti ritrovato’, ‘queste sono le cose che ti ritrovi’…

prenditelo, ‘sdrammatizza’

Un oggetto che ‘sdrammatizza’ serve a far sembrare meno serio e pomposo un secondo capo al quale quello che ‘sdrammatizza’ sarà abbinato. L’oggetto sdrammatizzante è generalmente un complemento d’arredo e non un capo principale. Esempi di capi che sdrammatizzano: spolverino, copri spalla, copri vestito etc…

prenditelo, ‘a quel prezzo’ meglio averlo che non averlo

Ahia. ‘a quel prezzo’ frega tutti prima o poi, usarlo significa pagare il prezzo di un armadio con magliette assurde che metteremo una volta nella vita, di scarpe improbabili e scomode e di maglioni misto lana che di fronte a una sigaretta prendono fuoco pure le mattonelle del bagno. Il capitalismo si forgia su ‘a quel prezzo’ che ha fregato anche i più bravi e virtuosi. Rip.

è un ‘evergreen’

Molto amico del ‘te lo ritrovi’, l’evergreen è il capo classico, il must, il decoltè per una donna, la cravatta blu per un uomo. Al contrario di ‘a quel prezzo’, l’Evergreen in genere ‘te lo ritrovi’.

questa è troppo ‘poretta me’

Nomenclatura ereditata da Paola, la mamma di Alice Rossi. È la frase che una madre può dire ad una figlia durante lo shopping per affermare in maniera delicata che con quel capo sembra una poraccia.

questa mi crea ‘un nuovo bisogno’

Il nuovo bisogno è l’incubo di tutte quando si fa shopping (specie se compulsivo). Compro una scarpa blu ma non ho nulla da abbinarci, allora compro una scarpa che ci si abbina ma non ho il calzino: e così andando avanti in maniera ricorsiva…

questa ‘veste’, ‘rifinisce’, ‘sfina’

È la frase geniale che l’una dice all’altra durante lo shopping. È un ‘ti voglio bene’, un ‘ce la puoi fare’, un ‘ti sta bene’ enfatizzato che implica anche un: ‘hai il culo grosso ma non si vede’.

‘è simpatico’

Nomenclatura ereditata da Chiara Cavallari cosa minchia voglia dire chiedetelo a lei. (Per noi è come quando esci con uno che ti hanno presentato e quando chi te lo ha presentato ti chiede come va tu rispondi: ‘è simpatico’)

ma non è che mi fa ‘effetto tacchino?’

Effetto tacchino è il bombato sui fianchi, è quel vestito che ti fa busta di patate. L’amica che fa shopping con te è vera se ha il coraggio di rivelarti, se ce n’è bisogno che sì, ti fa effetto tacchino.

‘mi raccomando agguerrite!’

Sì, perché lo shopping coi saldi è stress, guerra, scarpe comode e capelli legati: in trincea non sono permessi errori!

Buono shopping amiche e amici!

Voi che frasi usate?

Commenti Facebook