Come scrivere una lettera di dimissioni

Come scrivere una lettera di dimissioni


Ti troverai a scrivere una lettera di dimissioni quando avrai deciso di congedarti dal tuo datore di lavoro.
La lettera di dimissioni deve essere presentata in forma scritta alla Direzione del Personale della tua azienda.

Lettera di dimissioni: cosa deve contenere?

#1 L’intestatario –> l’azienda o il privato al quale ti stai rivolgendo.

#2 La data di consegna –> è fondamentale. Serve a capire da quando decorre il periodo di preavviso. Le dimissioni decorrono dal giorno successivo a quello di ricezione così come il periodo di pravviso da dare per assicurare un adeguato passaggio di consegne.

#3 La tua firma leggibile

#4 L’ultimo giorno di lavoro –> l’ultimo giorno di lavoro è quello da dopo il quale inizia il periodo di preavviso (cos’è il “periodo di preavviso”? dopo te ne parlo, tranquill@).

#5 La chiusura “per ricevuta” –> la lettera di dimissioni ha senso e svolge la sua funzione se e solo se viene accolta da qualcuno che conferma di averla ricevuta, quindi potresti:

  • inviarla tramite raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • consegnarla a mano facendola rifirmare da un rappresentante della Direzione del Personale “per ricevuta”;

Per completare la lettera di dimissioni, ricorda…

Ogni contratto prevede un “periodo di preavviso”. Il periodo di preavviso è quel tempo che il lavoratore dovrebbe assicurare all’azienda prima di uscire. Varia a seconda del livello e dell’anzianità di servizio. Se il periodo di preavviso non viene erogato, l’azienda può trattenerlo dall’ultima busta paga.

Facciamo un esempio: Federica consegna le sue dimissioni il 30 giugno, indicando come ultimo giorno di lavoro il 15 luglio. Federica ha un periodo di preavviso di un mese e mezzo. L’azienda di Federica può decidere di trattenerle una penale economica di un mese di preavviso non erogato.

Esempio di lettera di dimissioni

Azienda Pinco Pallino S.P.A.
Direzione Risorse Umane
Via della fantasia 20
20122 Milano MI

OGGETTO: dimissioni

Io sottoscritto Nome Cognome, nato a Roma il 4 settembre 1975, e dipendente di questa società dal 1 giugno 2009, intendo, con la presente, rassegnare le mie dimissioni a decorrere dalla data odierna.
Rendendomi disponibile per un opportuno passaggio di consegne, mi impegno a concordare un idoneo periodo di preavviso.
Colgo l’occasione per ringraziarvi degli anni trascorsi insieme e per l’opportunità di crescita che mi avete offerto.
Cordiali saluti.

 

Milano, 30 giugno 2014.

Firma (firma leggibile di Pinco Pallino)…………………………………………………………

 

Per ricevuta (firma del referente della Direzione del Personale) …………………………………………………………

Leggi anche…

COME SCRIVERE UN CURRICULUM VITAE

LA LETTERA DI PRESENTAZIONE

COME SCRIVERE UN CURRICULUM VITAE – QUANTO ESSERE SINCERI

LA LETTERA DI PRESENTAZIONE

E se vuoi sapere come fare un curriculum perfetto:

Come scrivere un Curriculum Vitae

Curriculum con foto:quando inserirla?

Curriculum: quante pagine?

Curriculum qualità personali

Curriculum trattamento dati

Curriculum quanto essere sinceri

Curriculum perfetto

Curriculum quale formato?